Report Asl, frenata dei contagi ma la guardia resta alta in diversi Comuni

Report Asl, frenata dei contagi ma la guardia resta alta in diversi Comuni

LECCE – Sono 2106 i cittadini presenti in provincia di Lecce attualmente Covid positivi secondo il Report Asl curato dal dott. Fabrizio Quarta, direttore dell’Uoc di Epidemiologia e Statistica Asl Lecce. Erano 2101 in base a quello della scorsa settimana: dai dati emerge un deciso rallentamento del contagio.

Se, infatti, la scorsa settimana, rispetto ai giorni precedenti, il saldo era di +348, questa settimana, rispetto al dato precedente, è di +5. Una buona notizia, in sostanza. Si mantiene stabile a 2,6 il valore degli attualmente positivi per 1000 abitanti su base provinciale. Bisognerà attendere per capire se il trend si consolida.

Permangono, in ogni caso, situazioni da monitorare attentamente in diversi Comuni, con valori ben più elevati rispetto a quello provinciale. Il trend settimanale del rapporto positivi/casi testati è al 16,07%, mentre la scorsa settimana era al 16,64% poi assestatosi al 15,87% per effetto del consolidamento dei dati negli archivi. In sostanza un dato che oscilla intorno al 16%. In aumento, invece, il dato dei ricoverati: da 124 a 155, di cui 17 nel reparto di Rianimazione del Dea.

Il report evidenzia anche la distribuzione dei casi Comune per Comune.

Si rilevano a Copertino 24 casi (erano 31 la scorsa settimana) e 465 vaccini somministrati, a Lecce 191 (erano 238) e 1938 vaccini, a Leverano 8 (erano 9) e 185 vaccini, a Nardò 23 (24 secondo lo scorso Report) e 488 vaccini, a Porto Cesareo 8 (risultavano 12 una settimana fa) e 61 vaccini, a Veglie 33 (erano 42) e 157 vaccini. Complessivamente, sono stati somministrati in provincia 14.020 vaccini. Si tratta della prima dose del preparato Pfizer Biontech che ha rallentato di molto, negli ultimi giorni, le consegne, dando origine a intollerabili e insopportabili ritardi nella campagna vaccinale in tutta Europa.

Spiccano i numeri di Alessano, con 37 contagiati, Cannole con 19 (un numero non alto in assoluto, ma in rapporto alla popolazione, e ne ha parlato il sindaco Leandro Rubichi in un videomessaggio su facebook), Carmiano con 37, Casarano con 94 casi, Castrignano del Capo con 28, Cutrofiano con 38, Gagliano del Capo con 32, Lizzanello con 35, Maglie con 51, Matino con 90, Melissano con 51, Monteroni con 32, Muro Leccese con 21, Parabita con 62, Presicce-Acquarica con 70, Racale con 83, Scorrano con 66, Surbo con 34, Taurisano (dove settimane fa ci fu un importante focolaio) con 79, Taviano con 83, Tiggiano con 26, Trepuzzi con 36, Tricase con 58.

Il virus continua a circolare diffondendosi soprattutto in famiglia e nella cerchia di persone che si frequentano abitualmente, pertanto è fondamentale non abbassare mai la guardia. Ma la frenata nei contagi messa in luce dal Report di questa settimana è una buona notizia.

Per quanto riguarda il bollettino regionale odierno, su 9.887 test effettuati per rilevare l’infezione da Covid-19 sono stati registrati 1.018 casi positivi, per un rapporto al 10,29%.

Questa la distribuzione dei nuovi contagiati per provincia: 370 in provincia di Bari, 51 in provincia di Brindisi, 148 nella provincia BAT, 148 in provincia di Foggia, 109 in provincia di Lecce, 190 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione.

Preoccupa, invece, il dato dei decessi. Ne sono stati registrati 31, oggi: 9 in provincia di Bari, 7 in provincia di Foggia, 8 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto.

Sono, inoltre, 1480 i ricoverati, in diminuzione rispetto ai 1497 di ieri. Risultano 56.611 i guariti, ieri erano 55.388, un +1223 che rappresenta un segnale di speranza. A questo link tutti i dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.