Tricase, il rilancio passa anche attraverso l’intesa con l’Unisalento

Tricase, il rilancio passa anche attraverso l’intesa con l’Unisalento

LECCE/TRICASE (Lecce) – Ricondurre a sistema le potenzialità della città attraverso la programmazione e la predisposizione di un vero e proprio Piano di Sviluppo che veda insieme comunità, stakeholders, Enti, Università del Salento e Comune di Tricase.

Questo il tema dell’incontro, tenutosi presso la sede del Rettorato dell’Università del Salento, tra il vicesindaco e assessore alla Programmazione Strategica del Comune di Tricase Andrea Ciardo e il Magnifico Rettore prof. Fabio Pollice.

Un incontro, come dichiarato da Ciardo, per “individuare insieme le opportunità che la nostra città può cogliere da un ragionamento condiviso con l’Università, Istituzione cui Tricase è indissolubilmente legata”.

“Ringrazio il Rettore Pollice per la disponibilità dimostrata” ha commentato l’assessore Ciardo, evidenziando “la bellezza e l’orgoglio di ritrovarsi, da amministratore, a dialogare con il docente che tanto mi ha trasmesso durante gli anni di formazione accademica”.

Per il vicesindaco di Tricase, “una volta individuati i passi da seguire nel medio-breve periodo, sarà la volta della chiamata per gli Enti, le associazioni, i cittadini e tutti gli stakeholders che vorranno essere i protagonisti di un vero e proprio Piano di sviluppo integrato della città”, nell’ottica di un rilancio complessivo della città di Tricase e del suo ruolo nel Capo di Leuca e non solo. E l’intesa con l’Università rappresenta un asse strategico importante lungo il quale inquadrare questo processo avviato dall’amministrazione De Donno.

Soddisfatto per gli esiti dell’incontro il sindaco Antonio De Donno, che ha voluto ringraziare il Magnifico Rettore Pollice per l’ascolto e per la disponibilità dimostrata alla comunità di Tricase.

“Tricase ha bisogno di progettualità ambiziose, di processi virtuosi, di ricondurre a sistema le potenzialità espresse del nostro territorio. Tutto questo potrà avvenire se alla base di tutto ci sarà la partecipazione quale elemento qualificante di tutte le azioni e le risorse che verranno messe in campo”, ha concluso Ciardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.